La via Flavia

Il territorio di Baredine è un area agro strategica nella quale la cultura della vite e dell' olivo convivono sin dai tempi più antichi in una rigogliosa coltura. Dopo la conquista antico romana dell' Istria, Baredine,situata nel cuore della fertile terra rossa istriana...
Per chi vuol saperne di più

Ostaci antičke uljare u Červaru
Kompleks za proizvodnju amfora u Loronu iz 1. i 2. stoljeća

Postolje spomenika Tita Volusija Hermesa

Galleria Konobon

Introduzione

La galleria Konobon è illuminata dal biancore della pietra istriana e ciò le dona una particolare esclusività. Possiamo osservarla attraverso tre complessi collegati in un ambiente unico, originale. Nella prima parte ci si introduce in quella che è la cultura mediterranea attraverso la presentazione del pane, l' olio d' oliva ed il vino. Nella parte centrale ha trovato ubicazione la galleria artistica e prima del commiato ci si può soffermare nell' enoteca entro la quale si possono degustare ed anche acquistare quelli che sono i prodotti tipici di queste terre.

"L' allestimento è la memoria di Baredine e d' intorni, nel quale tra la ricchezza di numerosi oggetti accuratamente ed adeguatamente posti, il visitatore s' immerge nel viaggio del tempo, passando naturalmente dall' ere preistoriche,attraverso l' epoca antico romana e quella medievale, supportato dalla presentazione di numerosi oggetti rappresentanti frantoi, torchi, attrezzatura agricola di fabbricazione artigianale locale e la presentazione di tecnologie usate in epoche diverse. Il tutto in un ambiente unico, autentico, eretto in pietra istriana, illuminato in sordina creando, nel corso della visita e del soggiorno, un autentica atmosfera calda e famigliare."
Marino Baldini

La via Flavia

Ostaci antičke uljare u Červaru Kompleks za proizvodnju amfora u Loronu iz 1. i 2. stoljeća Kompleks za proizvodnju amfora u Loronu iz 1. i 2. stoljeća

Il territorio di Baredine è un area agro strategica nella quale la cultura della vite e dell' olivo convivono sin dai tempi più antichi in una rigogliosa coltura. Dopo la conquista antico romana dell' Istria, Baredine,situata nel cuore della fertile terra rossa istriana, diventa parte integrante della Colonia Iulia Parentium. Gli antichi sentieri solcati dagli Istri, (abitanti preistorici nella penisola) necessari per collegare le loro necropoli, sono stati (ri)usati dai romani per la costruzione delle antiche viabili. Via Flavia, la strada più nota dell' antichità, quella per intendersi che collegava l' antica Pola a Parenzo (Parentium) e raggiungeva Trieste o Tergeste passava vicinissima a Baredine. L' altra importante arteria per il commercio ed il trasporto, iniziava da Cervera e Loron e, attraverso Baredine, proseguiva verso l' interno nella Penisola. A Laron o Laron (Cervera) sin dal primo secolo operavano complessi produttivi per la lavorazione dell' oliva e le fornaci per la produzione di terraglia, tra le quali spiccavano le anfore per l' immagazzinamento e il trasporto del vino e dell' olio d' oliva. L' alta qualità dell' olio d' oliva istriano era nota in tutto il mondo antico conosciuto. Lo testimonia anche il poeta romano, Marco Valerio Marziale che nel cantare la natia Cordoba, recita ”Cordova, ricca più dell' oleoso Venafro e certo non meno perfetta d' una giara di istriano....”. Questo territorio è ricco di numerose iscrizioni antiche. Nel museo civico di Parenzo si custodisce il piedistallo del monumento dedicato a Tito Volusio Hermes, del I secolo sul quale è scolpita da una parte la raccolta dell' oliva e dall' altra parte l' atto della vendemmia. Nel villaggio di Dvori (Tigori),che dista qualche chilometro da Baredine, vicino ad un posto sosta lungo la via Flavia, è stata rinvenuta un iscrizione consolare databile all' inizio del II secolo, dedicata a Libero, il dio del vino.

E Baredine, fazzoletto di terra istriano all' interno del Parentino, ha seguito un po' le sorti del territorio attraverso i secoli. Infatti sin dall' antichità, grazie alla fertilità della terra rossa e un microclima favorevole, s' è distinta nella cultura dell' oliva e della vite. Una tradizione viva tutt' oggi non solo nella produzione quanto nella degustazione dei prodotti tipici, un un atmosfera calda e pacata di un ambiente naturale, intatto, a misura d' uomo, nel quale da un decennio si possono anche scoprire le meraviglie del mondo carsico sotterraneo.

Impressum

Traktor story & Galleria Konobon
(nel complesso della grotta di Baredine)
Tarska 14
52446 Nova Vas
Poreč
Hrvatska

Contatto:
Telefono: +385 (0) 421 333
Gsm: +385 (0) 98 224 350
E-mail: info@baredine.com
Web: www.traktorstory.com // www.baredine.com

Autori delle fotografie:
Tihana Bašić, Sergio Gobo, Renco Kosinožić, Fabio Moze, Silvio Legović, Manuel Paljuh, Vinko Počanić, Igor Rimanić

Autori dei testi:
Marino Baldini, Albert Ćosić, Slobodan Dević, Silvio Legović, Lara Musizza, Igor Rimanić

Donatori della collezione:
Marino Baldini, Anđelo Brčić, Ivo Jerković, Judita Legović, Silvio Katarinčić, Dario Kocijančić, Luciano Legović, Damir Lukež, Loredana Musizza, Vittorio Okmaca, Dezi Okmaca, Poljoprivredni institut Poreč, Drago Radolović, Rino Rojac, Refik Saliji – Fiko, Josip Slavčić, Marino Šimonović, Darko Štifanić, Sonja Vojinović, Enrico Zorzan, Drago Žužić

Links

http://www.istra.com
Ovdje dolazi opis linkaOvdje dolazi opis linkaOvdje dolazi opis linkaOvdje dolazi opis linka

http://www.istra.com
Ovdje dolazi opis linkaOvdje dolazi opis linkaOvdje dolazi opis linkaOvdje dolazi opis linka

http://www.istra.com
Ovdje dolazi opis linkaOvdje dolazi opis linkaOvdje dolazi opis linkaOvdje dolazi opis linka